• Visualizza:
  • Commerciale
  • Pubblico
  • Ospedaliero
  • Religioso
  • Residenziale
  • Scolastico
  • Sportivo
  • Terziario
Paesi Bassi/Hessenberg  
Studio biq

Edifici Residenziali ad Hessenberg

Ad Hessenberg, una vasta area situata nel centro storico di Nijmegen, la città d’origine romana più antica dei Paesi Bassi, lo studio biq è intervenuto in quattro contesti urbani attraverso altrettante soluzioni progettuali mirate. Nei così detti  lotti II, III, VII e IX sono state impiegate soluzioni tipologiche differenti per i singoli edifici, che sono occupati essenzialmente da abitazioni residenziali e alcuni spazi commerciali, secondo le linee guida stabilite dal piano urbanistico redatto da bOb van Reeth/AWG.

Le architetture dei biq si adattano al «piano» in modo rigoroso ed esemplare con il fine di dare origine a nuovi e originali spazi urbani in una delicata ricerca di un complesso equilibrio scaturito dall’identità del luogo e dalla singolarità d’ogni volume. 

Sebbene i quattro edifici si trovino sparsi nella disposizione planimetrica riempiendo isolati vuoti all’interno delle aree d’intervento, e ciascuno abbia piante e altezze diverse, il risultato finale rimane di grande armonia, grazie al lavoro svolto dai progettisti per ciò che concerne la costruzione, i materiali, le proporzioni e i colori delle facciate.

L’immagine unitaria è trasmessa principalmente dalla composizione dei singoli prospetti, basata su principi architettonici essenziali, e dall’uso generalizzato dei mattoni. I basamenti degli edifici, di colore antracite, hanno altezze variabili a seconda delle quote delle strade, mentre le parti superiori, di colore crema chiaro, propongono aperture ritmate da lesene, con i sottili marcapiani di cemento bianco. L’edificio situato nel lotto II presenta una tipologia a corte, con un cortile interno collettivo a forma di «U» in relazione con le vecchie case del luogo; da qui, tramite una distribuzione a ballatoio, si accede ai nuovi appartamenti. L’affaccio sulla via Lange Hezelstraat, una delle principali strade commerciali cittadine, avviene con un piccolo volume leggermente staccato dal resto del fabbricato. 

Il suo fronte riporta, come ricordo dell’immagine urbana di Nijmegen, grandi lettere dorate su lastre di pietra, un tempo appartenenti alla facciata dell’antico giornale locale «De Gederlander», restituendo un certo carattere monumentale all’intero edificio.

A sud del lotto II sono situati i blocchi III e IX separati, soltanto, da una stretta strada intermedia. Il volume dell’area III, si sviluppa con una tipologia a torre che ospita numerosi appartamenti di tagli differenti. Dopo il terzo piano posto sopra il basamento, il corpo dell’edificio arretra per altri cinque piani sul lato nord; l’ultimo piano è occupato da un attico, di pianta ancora più ridotta, non visibile dalla strada.

L’edificio del lotto IX, con una composizione basata su due appartamenti per piano, offre molte similitudini nel disegno dei suoi fronti, a eccezione di quello disposto a est, di color antracite, con le aperture regolari che assumono sembianze di semplici tagli per segnalare l’ingresso a un grande parcheggio sotterraneo. 

Infine, il fabbricato del lotto VII, il più piccolo dei quattro, è un’essenziale costruzione compatta, con una superficie rettangolare e con un ruolo urbano rilevante, che fa da cerniera tra due piazze disposte a quote diverse. I prospetti, simili sui quattro lati, impiegano gli stessi principi costruttivi e compositivi degli altri edifici.  A nord, sulla via Hessenberg, un portico a doppia altezza nobilita i tre piani superiori e nasconde il collegamento con le due piazze laterali: quella a est, con un ampio scalone di fronte a un vecchio orfanotrofio, e quella a ovest, sollevata rispetto al livello della via commerciale.

Il risultato finale dei quattro interventi di Hessenberg è un insieme di opere, nominato per il premio Mies van der Rohe 2013, dove l’architettura si adatta perfettamente alla struttura urbana e agli spazi lasciati liberi dalla città senza rinunciare, al contempo, a segnalare la sua presenza.

Carmen Murua
architetto, libero professionista


Scheda tecnica

Oggetto: Edifici residenziali
Località: Hessenberg Nijmegen (NL)
Committente: Heijmans, Amersfoort
Progetto architettonico: biq, Rotterdam (Theo van de Beek, Hans van der Heijden, Rogier Kant, Wiepkjen Kingma, Rick Wessels)
Progetto strutturale: Goudstikker De Vries, Almere
Progetto impianti: Visietech, Almkerk
Consulenza urbanistica: AWG, Antwerp / MTD, Den Bosch
Progetto del paesaggio: MTD, Den Bosch
General contractor: Bouwcombinatie Heijmans Hendriks, Nijmegen
Costo di realizzazione: circa 10.000.000 euro, iva esclusa
Cronologia: 2005-10
Fotografie: Stefan Müller

contentmap_plugin