Un software per la valutazione delle prestazioni del tetto ventilato

L’articolo riporta il risultato finale di una ricerca europea finanziata nell’ambito del progetto LIFE “Climate Change Adaptation” nella quale, attraverso sperimentazioni al vero, i ricercatori hanno messo a punto SENSAPIRO, un software semplificato per la valutazione previsionale dei benefici del tetto ventilato in termini di smaltimento dell’energia solare

La ricerca del benessere e del comfort indoor 
Negli ultimi decenni, il livello di comfort normalmente richiesto dagli utenti per quanto riguarda il benessere indoor si è notevolmente elevato, portando a una minore tolleranza nei confronti dell’oscillazione di alcuni parametri basilari quali, per esempio, la temperatura dell’aria interna. Valori che fino a non più di un paio di generazioni fa erano ritenuti accettabili in funzione delle mutazioni stagionali sono ora considerati troppo alti o troppo bassi e il nostro livello di tolleranza a determinati sbalzi di temperatura si è notevolmente ridotto.
Questo aspetto si è verificato prima di tutto per quanto riguarda la temperatura minima interna nel periodo invernale, che dal dopoguerra a oggi è andata innalzandosi dai circa 18°C fino agli attuali 21°C (ancorché superati benché fuori regola), ma soprattutto per quanto riguarda la temperatura massima estiva.
Se fino agli anni ’80 avere una macchina con il condizionatore poteva essere considerato un lusso e la climatizzazione degli edifici era riservata a poche costruzioni abbastanza all’avanguardia, adesso certe dotazioni impiantistiche sono considerate irrinunciabili e scontate nella maggior parte dei casi. Che sia estate o inverno, si assiste a manifestazioni di intolleranza non appena il range di temperatura esce dalla ristretta fascia dei 20-24 gradi; in particolare in estate, periodo nel quale, più di tanto, l’abbigliamento non può aiutare, diversamente dall’inverno nel quale perlomeno ci si può ...