Concorsi e buona architettura

In questa monografia sono selezionati lavori e progetti, dal 1990 a oggi, dello studio di Ilmari Lahdelma e Rainer Mahlamäki.

L’occasione editoriale trae spunto dal successo seguito all’inaugurazione del loro Museo di Storia degli ebrei polacchi a Varsavia (finalista al Premio Finlandia 2014). 

Nella prefazione, Jorma Mukala, direttore della rivista Arkkitehti, ne commenta la Biblioteca civica di Vaasa (2001) e il Centro Marittimo Vellamo a Kotka (2008); considerando poi che buona parte degli edifici presentati nel libro, compreso il Museo di Varsavia, hanno avuto origine da concorsi, sottolinea come in Finlandia, questo strumento, adottato di frequente, abbia consentito l’affermazione dei più noti architetti e come, anche per Lahdelma e Mahlamäki, fu la vittoria al concorso per il Lusto Museo della Foresta finlandese nel 1990, completato nel 1994, a determinarne la svolta professionale.

Il saggio di Peter MacKeith (già docente in diverse università americane, alla Facoltà Aalto di Helsinki e all’Università di Lubiana) analizza i progetti, riguardo al contesto architettonico finlandese e internazionale, mettendo in evidenza, oltre ai già citati, i disegni per il Kaustinen Folk Music Center e per la Biblioteca di Lohja (2006).

Nell’intervista finale, gli architetti si esprimono sull’insegnamento, sul disegno, sui concorsi, sulla museografia e sul futuro dell’architettura finlandese.


Lahdelma & Mahlamäki Architects: Works

Autore: Peter MacKeith
Editore: Rakennustieto Publishing (Helsinki)
Anno: 2014
Pagine: 152
Prezzo: € 58,00

 

 

Roberto Gamba
architetto libero professionista