Modernità e classicismo finlandese

Helsinki esprime gran parte del suo carattere a ragione del suo affacciarsi sul Baltico; del suo sorgere su un territorio al confine tra Oriente e Occidente; influenzato dalla vicina San Pietroburgo e dal neo-classicismo europeo del primo Ottocento.

Questa guida tascabile, edita in inglese e in tedesco, dimostra la fama della città, World Design Capital 2012, quale centro di buona architettura e design; copre anche le immediate vicinanze della capitale finlandese, con le città vicine di Espoo e Vantaa, che insieme formano una regione metropolitana, di circa un milione di persone. Nel testo sono raccolte foto panoramiche, planimetrie a rilievo, gli scritti di Laura Kolbe, sul carattere e sulla storia della città, e di Douglas Gordon con Heikki Mautymaki, che riflettono sul suo sviluppo urbano. 

Poi, divise per parti urbane (evidenziate da differenti colorazioni del bordo pagina) sono schedate più di 120 architetture, selezionate dal 1900 a oggi, con indicati autori, anno di costruzione, coordinate geografiche, Qr codice e codici di riferimento alle planimetrie che consentono ai lettori di trovare esattamente la costruzione cercata.

In fondo, divisa in quattro settori, c’è una mappa della città, l’indice degli autori e dei luoghi e una mappa dei pubblici trasporti. 

L’autrice, che ha curato varie pubblicazioni sull’architettura contemporanea, attualmente vive e lavora a Berlino.


Helsinki – Architectural Guide

Autore: Ulf Meyer
Editore: DOM Publishing (Berlino)
Anno: 2012
Pagine: 176
Prezzo: € 28,00

 

 

Roberto Gamba
architetto libero professionista