Climatizzazione naturale. Dalla cultura islamica ottimi spunti

Le soluzioni offerte dall’architettura mediterranea tradizionale ancora oggi indicano efficaci metodi per risolvere alcune problematiche della climatizzazione evitando energivori impianti per garantire il comfort degli edifi

La climatizzazione artificiale è divenuta sempre più d’uso comune, non solo nei luoghi di lavoro ma anche nelle abitazioni. Voci critiche si levano però contro gli effetti dannosi dell’aria condizionata artificiale sulla salute nonché l’elevato consumo elettrico per il suo funzionamento. Ricerche per il benessere ambientale “passive” o “ecosostenibili” ci portano nuovamente ad esplorare l’antica saggezza dei nostri predecessori mediterranei che già utilizzavano soluzioni semplici, economiche e e non dannose per la salute. 

L’ area geografica e culturale del Medio-Oriente Islamico, è caratterizzata da un clima caldo-secco, con temperature medie giornaliere estive che variano dai 40°C ai 50°; queste condizioni hanno determinato l’adozione di particolari strategie di controllo microclimatico, dal controllo della radiazione solare all’utilizzo della ventilazione, allo sfruttamento dell’acqua per l’azione raffrescante.  La disposizione dei gruppi di abitazioni è sicuramente la prima scelta che permette di limitare o sfruttare la presenza del sole e del vento (a seconda che si desideri fare scudo contro i loro eccessi o potenziarne gli effetti) e di drenare le acque. Gli edifici possono proteggersi a vicenda contro gli eccessi di radiazioni solari, o essere disposti in modo da migliorare la ventilazione e la luminosità interne. 

Ad esempio, il tracciato delle classiche vie tortuose delle città mediterranee crea zone d’ombra, favorisce e incanala, ove occorra, brezze rinfrescanti, mentre frena i venti di tempesta; così come la tipica casa “a patio”, raccolta intorno a un cortile centrale con i lati porticati, crea giochi di aperture, cortili in ombra e camini per captare il vento o per aspirare verso l’alto l’aria calda. Di particolare interesse sono alcuni sistemi edilizi costruiti per il controllo e l’incremento della ventilazione naturale e per il raffrescamento tramite evaporazione dell’acqua, diversi a seconda delle singole situazioni climatiche, delle condizioni socio-economiche delle popolazioni, del tipo e della funzione degli edifici...

Alessandra Pezzoli - Ingegnere, libera professionista