Ostilità critica e riscatto culturale

 

La pubblicazione è frutto della collaborazione fra l’autrice - docente presso l’Università Jorge Tadeo Lozano - e il Mart di Rovereto (dove si conserva il fondo Angiolo Mazzoni), che ha portato alla realizzazione della mostra tenutasi a Bogotà nel luglio 2017.
Mazzoni (Bologna 1894 - Roma 1979), interprete della cultura architettonica della prima metà del XX secolo, fu dimenticato dalla critica dopo il processo di epurazione postbellico e il trasferimento in Colombia.
Là visse per 15 anni fino al 1963; fu direttore ministeriale, progettista e autore di una copiosa produzione (60 progetti), con restauri (chiesa di S. Francesco a Bogotá, Cattedrale di Barranquilla), studi di pianificazione urbana, proposta per la nuova città di Melgar, Plaza de los Héroes a Bogotá.
Il libro propone l’epistolario da lui tenuto con Marcello Piacentini; commenta le sue idee di modernità per attuare la “transición” colombiana; il suo impegno universitario in Colombia; i progetti per il Ministerio de Obras Publicas e i nuovi piani urbanistici; l’architettura religiosa; considera la sua vicenda, rivelatasi prima avara di apprezzamenti, in Italia e in Sud America; poi il suo completo riscatto culturale e professionale, ottenuto solo dopo morte.

 

 


Angiolo Mazzoni - Ingegnere e architetto italiano in Colombia (1948-1963)

Autore: Olimpia Niglio
Editore: edizioni Mart (Trento, Rovereto)
Anno: 2017
Pagine: 172
Prezzo: € 18

 

 

Roberto Gamba
architetto libero professionista