Nuove applicazioni di elementi in laterizio fonoassorbente

La ricerca riguarda la progettazione di elementi fonoassorbenti, lastre e frangisole in laterizio per la correzione acustica degli spazi interni e per la riduzione del livello di rumore in facciata

La possibilità di utilizzare elementi in laterizio per la correzione acustica degli ambienti esterni agli edifici è stata verificata ed indagata, negli ultimi anni, dall’Università di Firenze sia con lavori teorici che con sperimentazioni riguardanti l’incidenza della forma della facciata nella protezione dal rumore [1, 2, 3, 4]. L’ultimo studio in merito, in ordine di tempo, qui presentato è stato svolto grazie alla collaborazione tra l’Università ed un’azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di elementi per facciate: la prima ha fornito le conoscenze teoriche riguardanti le complesse problematiche relative all’acustica, mentre la seconda ha messo a disposizione quelle necessarie alla progettazione degli elementi in laterizio.

Sono stati oggetto di studio lastre ed elementi frangisole destinati ad applicazioni utili sia alla correzione acustica degli spazi interni [5] che alla riduzione del livello di rumore proveniente dall’esterno. Considerata la difficoltà a simulare la propagazione sonora in prossimità di una facciata rivestita con elementi schermanti frangisole è stato necessario creare dei modelli virtuali tridimensionali in modo da coniugare le esigenze di calcolo dei programmi di simulazione con quelle richieste dallo specifico studio svolto. Le analisi effettuate hanno fornito risultati interessanti e dei quali è in corso di pianificazione la verifica su casi reali con prove sul campo.

Le lastre fonoassorbenti in laterizio già esistenti, commercializzate da anni, sono state prese a riferimento per la configurazione di nuovi elementi, progettati e validati mediante software previsionali, ottimizzati dal punto di vista acustico. 

Il partner industriale ha realizzato due prototipi - per tre varianti - che, testati in laboratorio, hanno restituito apprezzabili valori di assorbimento acustico simili ed in alcuni casi migliori a quanto simulato analiticamente...

Alice Fruzzetti Architetto, libero professionista
Simone Secchi Ricercatore, Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Firenze
Nicolò Zuccherini Martello Architetto, libero professionista