Storia, morfologia e contenuti museali

Il libro si distingue per la chiarezza delle immagini di riferimento (pur semplicemente in bianco e nero), che copre ogni aspetto della trattazione. Una prima parte presenta sinteticamente la storia del museo e della sua architettura e inquadra le tappe più si­gnificative del processo di modificazione tipologica: si ripercorre il Settecento e le prime forme di museo; l’Ottocento con l’impronta del neoclassicismo; segue l’influenza razionalista, fino al postmoderno e ai musei dell’”iperconsumo”; se ne considera la loro diffusione, anche in reti, nei paesi più ricchi del mondo e le strategie di promozione. La seconda parte prende in esame il contenitore museo, in relazio­ne ai contesti nei quali è inserito, considerando come interi centri storici e paesaggi urbani divengano musei d’arte; sottolineando il ruolo delle architetture museali nei processi riqualificazione delle città; individuando configurazioni e morfologie ricorrenti per l’organizzazione e la funzionalizzazione delle strutture. La terza parte riguarda il contenuto, ossia il sistema degli oggetti e i modi di conservarli e di esporli: la creazione dei percorsi, gli ambienti e le tipologie espositive, l’interattività, l’”immersività” e i criteri di allestimento. L’autrice svolge attività didattica e di ricerca a Roma e a Parigi.

 


Alessandra Criconia - L’architettura dei musei

Autore: Alessandra Criconia
Editore: Carocci Editore (Roma)
Anno: 2011
Pagine: 232
Prezzo: € 25

 

 

Roberto Gamba
architetto libero professionista