Analisi legislativa dei piani per la scuola

Il libro, curato dal consulente per l’istruzione dell’ufficio legislativo del Partito Democratico, è presentato da Danilo Barbi della Cgil che sottolinea come gli ultimi due Governi della Repubblica abbiano ridato priorità alla riqualificazione dell’edilizia scolastica.

Vi si prendono in esame, con l’ausilio dell’indagine della VII Commissione della Camera – 2013, i limiti dei più recenti piani riguardanti la scuola e le costruzioni: il Piano straordinario per la messa in sicurezza (legge obiettivo 443/2001); il Piano Prodi 2007-2009 e l’Intesa sulla sicurezza; il reale impiego del «miliardo» programmato nel 2008; il rilancio, nel 2006, del programma di aggiornamento dell’anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica; le misure adottate dopo i terremoti in Abruzzo, Emilia, Lombardia e Veneto; i piani per l’utilizzo dei Fondi strutturali europei e il Piano d’Azione per la Coesione [Pac]; l’Intesa del 1° agosto 2013 tra Ministeri, Regioni e Enti Locali per la programmazione di interventi; il varo nel 2013 (ministro Profumo) di nuove Linee Guida per la progettazione (sostitutive delle precedenti del 1975); i progetti e le risorse in corso (Documento di economia e finanza Def 2014). 

Il libro solleva critiche alla completezza dei dati raccolti dal Parlamento; sottolinea la validità dei contributi offerti da Legambiente e Cittadinanzattiva per la denuncia delle disfunzioni del settore.


L’edilizia scolastica – un’emergenza nazionale

Autore: Osvaldo Roman
Editore: Ediesse (Roma)
Anno: 2014
Pagine: 180
Prezzo: € 14,00

 

 

Roberto Gamba
architetto libero professionista