• Visualizza:
  • Commerciale
  • Pubblico
  • Ospedaliero
  • Religioso
  • Residenziale
  • Scolastico
  • Sportivo
  • Terziario
Australia/Gatton  
m3architecture

Laboratorio di medicina a Gatton

L’Università di Queensland è stata fondata nel 1909 ed è una delle più antiche e grandi d’Australia. Ha un Campus principale nel sobborgo di Santa Lucia, a sud-ovest da Brisbane, e sedi distaccate a Gatton, Ipswich e Herston. Considerata tra le migliori cento al mondo, l’Università di Queensland annovera tra i suoi laureati anche l’attore pluripremiato Geoffrey Rush, interprete di «Shine» e «Il discorso del re».

Per ampliare e migliorare l’offerta di servizi del Campus di Gatton, l’Ateneo ha incaricato lo studio m3architecture del progetto del Laboratorio di Medicina. I progettisti australiani sono recentemente saliti alla ribalta delle cronache nazionali per la realizzazione, nel piccolo villaggio di Barcaldine, dell’ «Albero della conoscenza»: per ricordare la nascita del Partito Laburista Australiano, avvenuto nel 1891 sotto un albero di eucalipto, m3architecture ha realizzato un sofisticato memoriale riutilizzando in parte i rimanenti rami del secolare albero.

Il Campus di Gatton, collocato nella Lockyer Valley ovvero in un’area fortemente dedita alla coltivazione, interessa circa 900 ettari di strutture prevalentemente agricole: la periferia del campus è rurale e il complesso universitario si fonde senza soluzione di continuità con le fattorie che lo circondano. Ciò nonostante il cuore del Campus risulta densamente urbanizzato, comprendente edifici istituzionali in laterizio risalenti agli anni Settanta e fitti percorsi pedonali. Rispetto alla semplice linea dell’orizzonte, il complesso universitario è caratterizzato da pesanti architetture scultoree.

Il progetto preliminare della struttura didattica delinea i requisiti per un laboratorio in grado di accogliere fino a quaranta studenti. La distribuzione interna è improntata a una certa immediatezza nella risposta alle esigenze di funzione e prestazione. Lo schema distributivo del piccolo volume, direttamente connesso alla struttura preesistente, contempla una grande stanza dedicata a laboratorio che separa due zone destinate ai locali di servizio. Alla semplicità degli spazi interni e dell’impianto volumetrico fa eco il maquillage di laterizio che caratterizza il paramento esterno.

Che si tratti di uno strato di rivestimento è dichiarato palesemente con ogni indizio: dall’impiego di elementi di differente formato alla modalità di posa. Ed è quindi lo studio del rivestimento il vero tema centrale del progetto. Per meglio rispondere a questa istanza progettuale è stato coinvolto Ashley Paine, giovane artista australiano laureato in Architettura che, dopo un master in Arti visive e numerosi riconoscimenti, attualmente insegna storia del design alla Queensland University of Technology.

Coerentemente con il resto del campus, che come succede in molti esempi anglosassoni è caratterizzato dal diffuso impiego del rivestimento in laterizio, Paine e m3architecture attribuiscono al piccolo edificio una concreta consistenza e un forte impatto materico. Il paramento, che poggia su una pedana di calcestruzzo a vista, riproduce un pattern prevalentemente orizzontale, irregolare, quasi a onde sovrapposte ottenute con elementi la cui scelta di due tonalità e la disposizione non regolare offre l’involucro a diverse alchimie visuali in funzione del punto di vista dell’osservatore, delle condizioni atmosferiche e dell’intensità dell’irraggiamento solare.

I mattoni, che incorniciano le poche aperture e mantengono vivo il rigore proprio della distribuzione planimetrica, sono posati a giunti sfalsati, a giunti allineati, di punta, di piatto, di coltello, con fori a vista, interi, spezzati, a filo, in rilievo. Il risultato è un’architettura in cui scientia e ars vanno di pari passo, espressioni di due discipline distinte ma coeve. 

Adolfo F. L. Baratta
Ricercatore, Università Roma Tre


Scheda tecnica

Oggetto: Laboratorio di medicina
Località: Gatton, Australia
Committente: The University of Queensland
Progetto architettonico: m3architecture
Team di progettazione: Michael Banney, Michael Christensen, Ashley Paine, Ben Vielle
Progetto strutturale: Mills Engineers
Progetto impiantistico: Hawkins Jenkins Ross
Cronologia: 2000-2002
Superficie: 205 m2
Fotografie: Shannon McGrath

contentmap_plugin