Italia/Milano  
Giovanni Muzio

Il laterizio nelle opere milanesi di Giovanni Muzio

Muzio utilizza la tradizione classica per creare un nuovo linguaggio. Il laterizio è il protagonista di numerose sue realizzazioni, soprattutto attraverso alcune originali composizioni

Giovanni Muzio è stato uno dei maggiori protagonisti della scena architettonica milanese del XX secolo, lasciandovi un’impronta rilevante e contribuendo a consolidare il suo sobrio tessuto urbano. Egli progetta, nell’arco di circa cinquanta anni di professione, alcune importanti sedi istituzionali e culturali, vari fabbricati della nuova sede dell’Università Cattolica, molte chiese e conventi per la comunità francescana, due ampliamenti dell’Università Bocconi, oltre a numerosi edifici residenziali. Seguendo i dettami dell’architettura neoclassica, ogni intervento diventa un’occasione per cercare di istituire un rapporto armonico con la città. Nel primo dopoguerra, durante il breve soggiorno a Parigi, Muzio visita anche altre città europee ed entra in contatto con le avanguardie architettoniche del periodo. Rientrato in Italia, è convinto, ormai, della necessità di un ritorno all’ordine classico nel campo dell’architettura...